Gennaio 2021

MALACARNE - Storie di donne internate

Data dell'evento: 01.01.2021 alle ore 01:00

(radiodramma)

(Comunicato stampa)

"Il Comune di Torrile e il progetto di formazione STAYonSTAGE, in collaborazione con l?Associazione culturale ?Tra un atto e l?altro? di Bologna, presentano l?evento on line ?Malacarne. Storie di donne internate? con la regia di Fabrizio Croci.

Lo spettacolo-progetto,doveva andare in scena all?interno della rassegna teatrale ?Torrile a Teatro? il 28 novembre e, prima ancora, a marzo in occasione del ?Marzo rosa? organizzato dallo stesso Comune, entrambi ad opera dell?Assessora Lucia Frasanni. ? ?Brecht -afferma quest?ultima- diceva che il teatro non può cambiare il mondo, ma può cambiare gli spettatori. Gli spettatori, se desiderano possono cambiare il mondo? e sia la mia Amministrazione che io abbiamo sempre creduto nel teatro come forma espressiva e comunicativa di grande efficacia ed immediatezza, capace di trasmettere contenuti e messaggi che toccano diversi temi anche a sfondo sociale arrivando a toccare l'animo ed il pensiero dello spettatore. Ecco perché continuiamo ad investire in questa nobile ed efficace forma di comunicazione, per creare all'interno della comunità momenti di riflessione, di empatia e di crescita?.
Anche se le vicende sanitarie note e i vari decreti, hanno impedito la mise en scène in presenza, non hanno scalfito, in nessuna della parti coinvolte, la ferrea volontà di parlare di violenza sulle donne, molla propulsiva dello spettacolo.

Nasce così l?idea di proporre in forma altra ?Malacarne. Storie di donne internate?, radiofonica, in cui le testimonianze, tratte da fonti storiche, sono esacerbate dall?assenza della vista, puntando sulla durezza delle parole, sul loro significato semantico.

Rimane inalterata la volontà  di far riflettere sulla persistenza di pregiudizi, costrizioni e retaggi culturali riguardanti l?universo femminile, che lo pervadono ed influenzano quotidianamente.
La ?malacarne?, infatti, nella sua declinazione di genere (soprattutto nel periodo fascista e quanto mai in quello contemporaneo), era la donna che si discostava dall?ideale della sposa e madre esemplare, unici ruoli un tempo concessi, con le sue condotte intemperanti, le esuberanze, l?inadeguatezza fisica e che, per questo , si riteneva potesse di intaccare il patrimonio morale e biologico dello Stato.
?Malacarne? vuole raccontare le storie di donne passivizzate, del tentativo di ridurle al solo limite del corpo che, quando tradito, ha trovato come unica risposta da parte delle istituzioni l?esclusione sociale tramite l?internamento in manicomio, alla stessa stregua delle caccia alle streghe. 

Lo spettacolo è ancora udibile sul sito di Gazzetta di Parma e a breve sul sito del Comune di Torrile e sulle frequenze di RadioRevolution.

 

MALACARNE. Storie di donne internate.

?Adattamento drammaturgico ad opera di Fabrizio Croci e Serena Falconieri da:

A. Valeriano, Malacarne. Donne e manicomio nell'Italia fascista, Donzelli ed., 2017

G. Morandini, ... e allora mi hanno rinchiusa, Bompiani ed., 1988

 

con Monica Ampollini, Luigia Borri, Nicoletta Catalano, Sandro Falconieri, Giovanni Fantasia, Federica Goni, Erica Paracchini, Giampaolo Rosignuolo, Simona Sacchi.

Luogo: (radiodramma)
Prosegui la lettura di: MALACARNE - Storie di donne internate

IL QUOTIDIANO INNAMORAMENTO

Data dell'evento: 01.01.2021 alle ore 17:00

(evento online) (in replica il 2 e 3 gennaio ore 21.15)

Rito sonoro di e con Mariangela Gualtieri
con la guida di Cesare Ronconi
con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Comune di Cesena
nell'ambito della rassegna AMATo Teatro a casa tua!

"Il quotidiano innamoramento" dà voce ai versi di "Quando non morivo", ultimo libro einaudiano di Mariangela Gualtieri, li intreccia ad altri del passato e compone tutto in una partitura ritmica ben orchestrata. Il tentativo resta quello di rendere ciò che Amelia Rosselli chiamava ?incanto fonico?, quel bagno acustico che sprofonda ognuno in se stesso e allo stesso tempo tiene viva e affratellata la comunità dei presenti. Tutto muove dalla certezza che la poesia attui la massima efficacia nell?oralità, da bocca a orecchio, in un rito in cui anche l?ascolto del pubblico può essere ispirato, quanto la scrittura e quanto il proferire della voce" (c.s.)
____________
1 GENNAIO H 17
2-3 GENNAIO H 21.15
Streaming dal Teatro della Fortuna di Fano
Biglietti ? 5 al link: https://bit.ly/3qSBCSx
Lo spettacolo è visibile in live streaming dal proprio computer o tablet, previo acquisto del biglietto su vivaticket.com

Luogo: (evento online)
Prosegui la lettura di: IL QUOTIDIANO INNAMORAMENTO

LE FIABE ITALIANE DI CALVINO

Data dell'evento: 04.01.2021 alle ore 00:00

(evento online)

(Dal comunicato stampa)

"Un piccolo viaggio digitale dentro l?Italia delle regioni e della cultura popolare attraverso le Fiabe italiane di Italo Calvino. Un?immersione nei racconti del folklore e nella tradizione orale, raccolti e trascritti dal grande scrittore negli anni Cinquanta del ?900, e ora interpretati da un settetto d?eccezione di attrici e attori, in dialogo con le illustrazioni originali di Dario Moretti. Il nuovo progetto, prodotto da Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti, è in corso di pubblicazione sul canale Youtube    https://www.youtube.com/channel/UCaoddDS2klbc6PVkS7J3h-w

Le prime due fiabe, «La bambina venduta con le pere»letta  da Tosca D?Aquino, e «Il Re selvatico» letta da Piergiorgio Gallicani, sono già online; a breve, seguirà «Il Principe che sposò una rana» letta da Laura Marinoni e successivamente, una alla volta, le altre: «Fanta-Ghirò persona bella», «L?Orco con le penne», «Il palazzo delle scimmie», «Cricche, Crocche» e «Manico d?Uncino». Le fiabe saranno quindi pubblicate anche sulla nuova pagina Facebook di Solares.

Tosca d?Aquino, Piergiorgio Gallicani, Laura Marinoni,  Galatea Ranzi, Leonardo De Carmine, Paolo Briguglia, Lino Musella leggono le sette fiabe scelte dalla memorabile raccolta che l?editore Einaudi pubblicò per la prima volta nella Collana I Millenni nel 1956, segnando una data spartiacque nella cultura italiana" (c.s.)

Luogo: (evento online)
Prosegui la lettura di: LE FIABE ITALIANE DI CALVINO

(TEATRO DUE CLASSIC) - PETER PAN

Data dell'evento: 09.01.2021 alle ore 20:00

(evento online)

(Dal comunicato stampa)

"Nel 2006 Fondazione Teatro Due metteva in scena Peter Pan, produzione tratta dal testo di J.M. Barrie tradotto da Luca Fontana e messo in scena dal regista Davide Livermore.

In scena undici attori: Roberto Abbati, Paolo Bocelli, Cristina Cattellani, Laura Cleri, Giancarlo Judica Cordiglia, Roberta Cortese, Lorenzo Fontana, Sax Nicosia, Tania Rocchetta, Maria Grazia Solano, Marcello Vazzoler e tre musicisti Simone Bosco, Angelo Conto e Stefano Risso della Banda Baretti che eseguivano dal vivo le creazioni sonore di Andrea Chenna. I costumi erano di Gianluca Falaschi e le luci di Luca Bronzo.

Lo spettacolo sarà messo in streaming sabato 9 gennaio alle ore 20.00 sui canali social della Fondazione Teatro Due: Facebook (TeatroDueParma) YouTube (TeatroDueParma). Alla fine dello spettacolo (ore 22.10 circa) il regista e Direttore del Teatro Nazionale di Genova Davide Livermore converserà con Paola Donati, Direttore di Fondazione Teatro Due, in un incontro in diretta.

A cento anni dalla stesura dell?opera teatrale, che dal 1904 al 1954 in Inghilterra è stata recitata più di diecimila volte e in cui si sono cimentati gli attori più prestigiosi della scena britannica, Fondazione Teatro Due ne ha proposto una versione che recuperava il testo originale spogliandolo dalle edulcorate e ipersemplificate note disneyane.

Risultato: una messa in scena basata sulla fisicità, sulla musica e sui temi originali che il testo di Barrie conteneva ovvero l?incapacità di crescere e accettare le proprie responsabilità, la contrapposizione tra l?incanto del mondo infantile e l?aridità di quello degli adulti e l?elaborazione del lutto o meglio ?l?impossibilità di elaborare un lutto e le conseguenze che questo comporta?, come sottolineò il regista. ?Quando veniamo investiti da un evento drammatico, siamo più portati a rimuovere piuttosto che ad elaborare l?accaduto: giochiamo ad andare avanti, giochiamo a non pensarci più.?

Peter Pan attinge direttamente al mito di origine greca: il distacco dall?infanzia è avvertito come morte, i riti di passaggio dall?infanzia all?età adulta sono motivo di grande sofferenza e provocano traumi e lutti di estrema ferocia: riti che la letteratura nordica europea conosce e descrive.

La messa in scena curata da Davide Livermore è attraversata da questa cupezza e resa con chiari riferimenti alla realtà contemporanea in termini iconografici e musicali (da Mozart agli Europe).

Contaminazioni sonore, visive e temporali costruiscono una storia che nasconde, sotto una parvenza di divertimento e colore, un carsico sentimento di disperazione dato da una sospensione temporale destinata ad interrompersi e ad essere precipitata nella realtà"

I Perduti della Terradimai sembrano reduci di Woodstock: una folla di ragazzi che giocano alla libertà ?coccolati? da un sogno generato da musica, droga e sesso.

La musicalità è dunque il filo conduttore di questo spettacolo. I suoni prodotti dagli attori fuori palco sono il vero ornato scenografico in un ambiente neutro che diventerà tanti luoghi a seconda dell?interazione tra gli attori: casa Darling, la Terradimai e la nave dei pirati.

Luogo: (evento online)
Prosegui la lettura di: (TEATRO DUE CLASSIC) - PETER PAN

IO PROVO A VOLARE - OMAGGIO A DOMENICO MODUGNO

Data dell'evento: 15.01.2021 alle ore 21:00

(evento online)

(Comunicato stampa)
 
"Una drammaturgia originale, che a partire da cenni biografici di Domenico Modugno e dalle suggestioni delle sue canzoni, racconta la vita di un giovane cresciuto in provincia pronto ad affrontare ogni peripezia per realizzare il sogno di diventare artista.
 
Di e con Gianfranco Berardi
e la partecipazione di
Davide Berardi voce solista e chitarra
Giulia Bertasi fisarmonica

Regia e luci Gabriella Casolari

Il viaggio della Compagnia Berardi Casolari si articola fra episodi comici della realtà provinciale e alienanti esperienze metropolitane attraverso la descrizione delle aspettative, delle delusioni, degli sforzi e degli inganni subiti da truffaldini incontri. Così fra racconto, musica e danza, si rivivono episodi della sua vita: i sogni, gli incontri, gli stage, le prove, la fuga, la scuola, il primo lavoro e l?amaro rientro al paesino, al quale, dopo aver provato tutte le strade possibili, è costretto a tornare.
Poesia e comicità sono gli ingredienti principali della pièce, che attraverso suggestioni e ricordi indimenticabili cercando di risvegliare nel pubblico quel sogno di libertà di cui Modugno si fece portavoce e simbolo"
 
(Il 13 Gennaio alle 18.00, Ernesto Assante, giornalista e critico musicale, condurrà un incontro di approfondimento con gli interpreti dello spettacolo. Il pubblico potrà seguire lo spettacolo e l?intervista sulla pagina facebook e sul canale YouTube di ATER Fondazione e sul sito www.teatrinellarete.it)
 
 
*(Sostieni l'attività giornalistica e d'informazione culturale del blog di Teatropoli offrendo un simbolico caffè qui: https://ko-fi.com/teatropoli)
 

Luogo: (evento online)
Prosegui la lettura di: IO PROVO A VOLARE - OMAGGIO A DOMENICO MODUGNO

(TEATRO DUE CLASSIC) - IVANOV

Data dell'evento: 16.01.2021 alle ore 18:00

(evento online) sabato 16 gennaio, ore 18

(DAL COMUNICATO STAMPA)

"Per la serie Teatro Due Classic, sabato 16 gennaio alle ore 18.00 sui canali social di Fondazione Teatro Due sarà trasmesso in streaming Ivanov di ?echov con la regia di Filippo di Dini (YouTube: TeatroDue / Facebook: TeatroDueParma).

?In ?echov il tragico appare sempre un po? assurdo?, ha affermato Peter Brook, ed è in questa dimensione tragica e allo stesso tempo grottesca che il regista e attore Filippo Dini ha immerso il suo Ivanov, spettacolo prodotto da Fondazione Teatro Due con Teatro Stabile di Genova nel 2015. In scena 9 attori: lo stesso Filippo Dini Sara Bertelà, Nicola Pannelli, Gianluca Gobbi, Orietta Notari, Valeria Angelozzi, Ivan Zerbinati, Ilaria Falini, Fulvio Pepe, con la nuova traduzione di Danilo Macrì, con scene e costumi ideati da Laura Benzi, luci disegnate da Pasquale Mari e musiche di Arturo Annecchino.

Al termine della trasmissione di Ivanov (ore 20.45 circa), il regista e gli artisti coinvolti nella messa in scena saranno in diretta per parlare dello spettacolo e per rispondere alle domande e alle curiosità degli spettatori.

La tournée che è seguita al debutto ha consacrato Ivanov come uno degli spettacoli migliori dell?anno 2016, a giudizio unanime di pubblico e critica. I giornali hanno scritto ??Ivanov è un esempio di eccellente teatro di rappresentazione, privo di autocompiacimento, fabbrica di storie immortali in grado di rivaleggiare, se non superare, il mondo del cinema?, lo hanno definito ?un capolavoro contemporaneo?, hanno affermato che ?..è davvero difficile vedere ?echov fatto così bene, almeno da un po? di anni? e che ??questo ?echov è uno dei migliori mai visti finora.? Lo spettacolo è stato insignito di due importanti riconoscimenti: il Premio Le Maschere del Teatro 2016 tributato a Filippo Dini come miglior regia e il premio ANCT a Orietta Notari per la sua interpretazione" (c.s.)

Per la visione: https://www.youtube.com/user/TeatroDueParma

*(Sostieni l'attività giornalistica e d'informazione culturale del blog di Teatropoli offrendo un simbolico caffè qui: https://ko-fi.com/teatropoli )

Luogo: (evento online)
Prosegui la lettura di: (TEATRO DUE CLASSIC) - IVANOV

FELLINIANA - Omaggio a Fellini

Data dell'evento: 20.01.2021 alle ore 21:00

(evento online) ore 21

Stasera, in diretta streaming dal Teatro Amintore Galli di Rimini, alle ore 21, la prima assoluta di FELLINIANA - Omaggio a Fellini, del gruppo parmigiano Compagnia Artemis Danza.
 
Un omaggio al 101esimo compleanno di Fellini.
 
Lo spettacolo potrà essere seguito collegandosi a https://www.teatrinellarete.it/felliniana.html attraverso la piattaforma di #teatrinellarete di ATER Fondazione.
 
(credits photo: Giuseppe Distefano)
 
*(Sostieni l'attività giornalistica e d'informazione culturale del blog di Teatropoli offrendo un simbolico caffè qui: https://ko-fi.com/teatropoli )

Luogo: (evento online)
Prosegui la lettura di: FELLINIANA - Omaggio a Fellini

(TEATRO DUE CLASSIC)- IL MALATO IMMAGINARIO

Data dell'evento: 23.01.2021 alle ore 18:30

(evento online) ore 18.30

(DAL COMUNICATO STAMPA)

"Ha debuttato in prima nazionale il 10 gennaio 2017 Il malato immaginario di Molière, diretto da Walter Le Moli e interpretato dagli Attori dell?Ensemble Stabile di Teatro Due.

Il malato immaginario sarà trasmesso in streaming sui canali social di Fondazione Teatro Due (YouTube: TeatroDue/ Facebook: TeatroDueParma) sabato 23 gennaio alle ore 18.30.

L?ultima grandiosa opera del commediografo francese è un testo che vive di contrasti fra l?apparente leggerezza di una comédie-ballet e l?allucinata disperazione di un genio teatrale alla fine, un?opera profonda e molto complessa, difficilmente inquadrabile in un genere: fa ridere come una commedia, è amara come una satira, mette in scena la morte come una tragedia, parla del suo autore come un?autobiografia, contiene danza, musica e cori come una grand opéra.

Sotto la guida di Walter Le Moli, l?Ensemble Stabile di Attori del Teatro Due, Cristina Cattellani, Laura Cleri, Paola De Crescenzo, Sergio Filippa, Luca Giombi, Luca Nucera, Massimiliano Sbarsi, Nanni Tormen e Emanuele Vezzoli, propone questa commedia rivedendone la tradizione, cercando di svelare gli strati nascosti e perseguendo il difficile compito di far ridere, ma senza facili buffonerie. Con le luci di Claudio Coloretti, gli arrangiamenti musicali di Bruno de Franceschi, i costumi di Gianluca Falaschi e lo spazio scenico in cui campeggia, dinnanzi a un?opera di Luca Pignatelli, solo la poltrona di Argan, ancora ci si interroga su cosa abbia voluto dirci Molière" (c.s.)

Luogo: (evento online)
Prosegui la lettura di: (TEATRO DUE CLASSIC)- IL MALATO IMMAGINARIO

SI SENTE? ESATTAMENTE IL CONTRARIO

Data dell'evento: 23.01.2021 alle ore 21:00

(evento online) ore 21

(Comunicato stampa)

"In occasione della Giornata della Memoria, la stagione teatrale di Agorà dedica un appuntamento speciale alla riflessione sui campi di stermino nazisti. Sabato 23 gennaio, in diretta streaming, Paolo Nori leggerà una composizione dal titolo Si sente? Esattamente il contrario, tratta dal libro, edito da Marcos y Marcos nel 2013, in cui lo scrittore ha raccolto i tre discorsi su Auschwitz, sulla razza e sul male assoluto che la Fondazione Fossoli gli chiese di comporre per 700 studenti e studentesse che stavano partecipando ad un Viaggio della Memoria a Cracovia nel 2009.

Il reading sarà preceduto dalla lettura di Irma Nori di ?Siate farfalle che volano sopra il filo spinato?, discorso tenuto da Liliana Segre al Parlamento Europeo.

L'appuntamento, in programma per le ore 21, sarà fruibile in streaming su sul canale Youtube di EmiliaRomagnaCreativa, e sul profilo social di Liberty/Stagione Agorà" (c.s.)

 

*(Sostieni l'attività giornalistica e d'informazione culturale del blog di Teatropoli offrendo un simbolico caffè qui: https://ko-fi.com/teatropoli )

Luogo: (evento online)
Prosegui la lettura di: SI SENTE? ESATTAMENTE IL CONTRARIO

ROSA WINKEL (TRIANGOLO ROSA)

Data dell'evento: 27.01.2021 alle ore 10:00

(evento online) ore 10

(Dal comunicato stampa)

"La creazione di Maria Federica Maestri e Francesco Pititto sulla deportazione e sterminio degli omosessuali nei campi di concentramento nazisti inaugura il denso progetto annuale di Lenz, che verrà realizzato in presenza e in streaming.

«Nel corso del regime nazista tedesco numerosi omosessuali furono internati in campi di concentramento insieme a Ebrei, Rom, bambini e adulti portatori di handicap, oppositori del regime, comunisti. A distinguere gli omosessuali dagli altri prigionieri era, nel caso degli uomini, un triangolo rosa cucito sulla divisa all?altezza del petto; nel caso delle donne, un triangolo nero. Si è soliti riferirsi allo sterminio degli omosessuali nei campi di concentramento nazisti come Omocausto. Si stima che gli omosessuali internati nei lager siano stati almeno 50.000»: Maria Federica Maestri introduce la vicenda da cui origina Rosa Winkel [Triangolo rosa], creazione performativa di Lenz Fondazione di cui ha curato regia, installazione e costumi che mercoledì 27 gennaio dalle ore 10 alle ore 24 sarà fruibile, integralmente e gratuitamente in streaming sul sito www.lenzfondazione.it in occasione delle celebrazioni per il Giorno della Memoria.

Dopo KINDER [Bambini], spettacolo del 2016 sulla tragedia dei bambini ebrei di Parma vittime dello sterminio nazista e di AKTION T4, dell?anno seguente, sul programma nazista di eutanasia per la soppressione dei bambini nati con handicap, il progetto permanente di creazioni performative contemporanee, seminari, e giornate di riflessione pubblica dedicati ai temi della Resistenza e della tragedia europea durante le dittature nazi-fasciste è proseguito nel 2018 con Rosa Winkel: «Tra le migliaia di corpi martoriati e perseguitati ne abbiamo scelto uno per tutti come rifrazione storico-drammaturgica, Otto Peltzer, uno dei più grandi mezzofondisti della storia» suggerisce Francesco Pititto, autore del testo originale e dell?imagoturgia dello spettacolo che, per il rigore storico-scientifico con cui affronta la tematica prescelta, ha ottenuto il patrocinio di Arcigay Associazione LGBTI+ Italiana «Arrestato, incarcerato diverse volte, poi Mauthausen fino al maggio del 1945, quando gli americani lo liberano. M a Otto non viene riabilitato neanche nella Germania post nazista. Il "peccato" dell?omosessualità lo perseguiterà. Andrà in India a insegnare atletica e altri sport ai giovani, rientrando in Germania solo alla fine. E nemmeno oggi il traguardo è vicino e la corsa continua».

Rosa Winkel, realizzato in collaborazione con l'ISREC - Istituto storico della Resistenza e dell'Età Contemporanea di Parma, vede in scena Valentina Barbarini, Adriano Engelbrecht, Roberto Riseri,Davide Rocchi e Giancarlo D?Antonio (in video), immersi nel potente sound elettronico di ispirazione wagneriana creato ad hoc dal compositore Andrea Azzali.

Nello spettacolo sono presenti scene di nudo integrale, pertanto se ne consiglia la visione a un pubblico maggiore di 16 anni"

 

*(Sostieni l'attività giornalistica e d'informazione culturale del blog di Teatropoli offrendo un simbolico caffè qui: https://ko-fi.com/teatropoli )

Luogo: (evento online)
Prosegui la lettura di: ROSA WINKEL (TRIANGOLO ROSA)

HIMMELWEG (LA VIA DEL CIELO)

Data dell'evento: 27.01.2021 alle ore 18:30

(evento online) ore 18.30

(Comunicato stampa)

"Il 27 gennaio 2021, Giornata della Memoria, alle ore 18.30 Himmelweg (La via del cielo) sarà trasmesso in streaming dai canali social dei Fondazione Teatro Due. Condividerà la trasmissione anche il Teatro Elfo Puccini di Milano, che tributa così un affettuoso ricordo al regista Gigi Dall?Aglio, recentemente scomparso. 

A oltre trent?anni dalla messa in scena de L?Istruttoria di Peter Weiss, diventata di culto non solo per la sua longevità, ma anche per la potenza del racconto scenico, Gigi Dall?Aglio nel 2014 tornava ad occuparsi dell?olocausto. Lo fece attraverso l?opera del madrileno Juan Mayorga mettendo in scena Himmelweg (La via del cielo); ed è in occasione del Giorno della memoria che Fondazione Teatro Due ripropone questo spettacolo nell?ambito di Teatro Due Classic, la programmazione on line di spettacoli tratti dal proprio ricchissimo archivio.

Lo spettacolo interpretato daRoberto Abbati, Alessandro Averone e Massimiliano Sbarsi, con i video di Lucrezia Le Moli, i costumi di Emanuela Dall?Aglio e le luci di Luca Bronzo, sarà trasmesso in streaming sui canali social di Fondazione Teatro Due (YouTube: TeatroDueParma / Facebook: TeatroDueParma) e sul sito e sulla pagina Facebook del Teatro dell?Elfo di Milano.

Alla trasmissione dello spettacolo seguirà (alle ore 20.30 circa) un incontro in diretta con la direttrice di Fondazione Teatro Due Paola Donati, con l?autore Juan Mayorga e gli artisti della compagnia. Matematico, filosofo, traduttore e drammaturgo, Juan Mayorga nel marzo del 2014 in occasione del debutto dello spettacolo Himmelweg tenne a Teatro Due anche una conferenza che giovedì 28 gennaio sarà riproposta sul sito teatrodue.org" (c.s.)

INFO:

mercoledì 27 gennaio 2021 (spettacolo disponibile online fino a domenica 31 gennaio)

Streaming su: www.teatrodue.org / YouTube: TeatroDueParma / Facebook: TeatroDueParma

www.elfo.org / Facebook

 

*(Sostieni l'attività giornalistica e d'informazione culturale del blog di Teatropoli offrendo un simbolico caffè qui: https://ko-fi.com/teatropoli )

Luogo: (evento online)
Prosegui la lettura di: HIMMELWEG (LA VIA DEL CIELO)

IL VISITATORE

Data dell'evento: dal 29.01.2021 al 30.01.2021 alle ore 20:30

(evento online)

Venerdì 29 e sabato 30 gennaio alle ore 20.30 verrà trasmesso in #streaming lo spettacolo "Il visitatore" con
Francesco Marchi e Cristina Gianni, tecnica Davide De Bona, produzione Teatro Piteco.
Una lettura rivisitata del testo "Il Visitatore" di Éric-Emmanuel Schmitt, con l?intento non solo di commemorare la Giornata della Memoria, ma anche di rendere omaggio a un Popolo attraverso la genialità di un suo scrittore.
Organizzato dalle biblioteche di Castello di Godego (TV) e Carlino (UD)

Luogo: (evento online)
Prosegui la lettura di: IL VISITATORE

AMLETO TAKE AWAY

Data dell'evento: 30.01.2021 alle ore 21:00

(evento online) ore 21

con Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari
di Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari
 
Produzione Compagnia Berardi Casolari / Teatro dell?Elfo
con il sostegno di Emilia Romagna Teatro Fondazione, Festival di Armunia Castiglioncello, Comune di Rimini-Teatro Novelli

"Amleto take away è un affresco tragicomico che gioca sui paradossi, gli ossimori e le contraddizioni del nostro tempo che, da sempre, sono fonte d?ispirazione per il nostro teatro ?contro temporaneo?. Punto di partenza sono, ancora una volta, le parole, diventate simbolo più che significato, etichette più che spiegazioni, in un mondo dove «tutto è rovesciato, capovolto, dove l?etica è una banca, le missioni sono di pace e la guerra è preventiva». È una riflessione ironica e amara che nasce dall?osservazione e dall?ascolto della realtà circostante, che ci attrae e ci spaventa." (c.s.)

In diretta sui canali Facebook, Youtube del Teatro della Tosse e sul sito www.teatrodellatosse.it. che per l'occasione si presenta totalmente rinnovato, nella sua veste grafica e nelle funzionalità!

Luogo: (evento online)
Prosegui la lettura di: AMLETO TAKE AWAY