UNA LECTURA DANTIS

Poeti, saggi e donne con intelletto d'amore

con Rocco Antonio Buccarello e Fabrizio Croci
Musiche di Luca Savazzi
a cura di Simonetta Sorba e Matteo Bacchini.
produzione Teatro del Tempo


"Ricordare Dante quest'anno è sia scelta perentoria che dettata dalla passione e dalla meraviglia per il miracolo della sua poesia. La Commedia è un libro infinito e, secondo Borges, il miglior libro scritto da un essere umano. Sterminata la bibliografia, moltissimi gli studi critici, dalle analisi filologiche a quelle biografiche, che nel corso dell'anno dantesco hanno avuto eccezionali successi editoriali. Noi abbiamo voluto scegliere un piccolo percorso che, nella centralità della parola poetica, parola appassionata ma sempre ferma e potente, si snoda lungo gli incontri di Dante in Inferno con Virgilio, con Cavalcante Cavalcanti che evoca il figlio Guido, amico di Dante e poi intellettualmente distante, con Brunetto Latini, venerato maestro di insegnamenti eterni. In Purgatorio è l'incontro con Catone che, come simbolo di libertà politica, fa emergere il tema che si intreccia costantemente con la parola poetica, e cioè la sete di giustizia e l'indignazione verso la corruzione della politica e della morale, che nell'incontro con Sordello tocca uno dei punti più forti. L'incontro con l'artista Oderisi si volge con malinconia e la fierezza dell'autocitazione alla fragilità del "mondan romore" mentre il dialogo di Dante con Bonagiunta contiene la dichiarazione di poetica sul dolce stile e richiama la prima canzone della Vita Nova "Donne ch'avete…" con cui Dante inaugura le lodi di Beatrice. Dunque solo la poesia può condurre alla salvezza, alla beatitudine" (c.s.)

Per info e prenotazioni: 0521 386553 

Torna indietro